Servizio trasporto disabili

imagen_6_7

L’essere persone portatrici di handicap, vuol dire oggi giorno, essere limitato non soltanto nella limitazione temporanea o permanente dello sviluppo e dell’uso delle funzioni fisiche e psichiche, ma significa anche avere ulteriori problemi che riguardano l’adattamento sociale e le relazioni con gli altri.

L’attenzione nei confronti di tale problematica, è aumentata grazie alle trasformazioni sociali, culturali e legislative, avvenute nell’ultimo decennio, nonchè grazie alla diversa concezione dell’assistenza e del trattamento socio – sanitario acquisita nei confronti dei soggetti portatori di handicap.

Questa nuova sensibilità verso la condizione esistenziale delle persone portatrici di handicap, è stata sostenuta da un diverso modo di interpretare la disabilità, tanto da favorire il costituirsi di una mentalità aperta nei confronti del “diverso” e del suo modo di integrarsi e di adattarsi nel tessuto sociale.

L’obiettivo principale del servizio è quello di perseguire, l’integrazione del soggetto portatore di handicap con la comunità intera, mettendo al centro dell’attenzione la persona come valore, con la sua unicità e irripetibilità, con la sua dignità e la sua storia come prima risorsa rispetto a se stessa, nel rispetto massimo della sua autonomia; in questo senso la centralità della relazione deve essere continuamente e opportunamente valorizzata.

Gli obiettivi che si pone il servizio sono:

  • Favorire l’autonomia e la qualità della persona, la vita di relazione;
  • Aiutare l’utente a raggiungere un adeguato rapporto con se stesso, con gli altri e con l’ambiente circostante, tutelandone la salute psico-fisica sia in senso preventivo, sia in senso di recupero e mantenimento delle residue capacità funzionali e sociali;
  • Favorire la relazione e la socializzazione, stimolando l’espressività, la creatività e recuperando il patrimonio delle esperienze individuali;
  • Favorire l’acquisizione di comportamenti  e funzioni indispensabili alla vita di tutti i giorni.

La Cooperativa nello svolgimento del servizio garantisce anche la presenza dei seguenti elementi:

  • Tempestività dell’intervento;
  • Professionalità e continuità assistenziale;
  • Flessibilità nella realizzazione dell’intervento;
  • Verifiche.

I  destinatari del servizio sono i soggetti disabili che per le loro condizioni psichiche, fisiche o sensoriali, non sono in grado di provvedere autonomamente alla propria persona ed hanno quindi necessità di prestazioni sostitutive o integrative di quelle familiari.

La Cooperativa si attiva ad organizzare fattivamente il Servizio di Trasporto di disabili, mettendo a disposizione dei propri mezzi abilitati al trasporto invalidi, muniti di apposita pedana mobile omologata, per accompagnare i soggetti destinatari del servizio.

Inoltre la Cooperativa si assume la responsabilità di organizzare il servizio cercando di:

  • Curare che il personale sia di buona condotta morale e civile, e che mantenga un contegno riguardoso e corretto nei confronti degli assistiti;
  • Vigilare e verificare la corretta esecuzione del servizio e le effettive prestazioni erogate agli utenti;
  • Trasmettere una relazione trimestrale sull’andamento tecnico della gestione del servizio, contenente anche una valutazione in merito alla produttività degli interventi svolti, ai risultati conseguiti e alle difficoltà incontrate;
  • Dotare il personale di un tesserino di riconoscimento.

Per l’erogazione del Servizio di Trasporto di disabili, la Cooperativa mette a disposizione dell’utenza le professionalità previste per il suddetto servizio.

Tutti gli operatori impiegati per l’espletamento del servizio assolveranno con impegno e diligenza le loro mansioni, favorendo a tutti i livelli un clima di reale  e responsabile collaborazione, in armonia con gli obiettivi del servizio.

La complessità degli obiettivi dichiarati impone con forza che l’azione del servizio sia centrata sull’opera di personale qualificato ed inserito in un contesto organizzativo articolato e pensato.

Il profilo degli operatori così come emerge dall’elencazione dei compiti, copre quindi:

  la qualità della vita;

  il recupero delle sue capacità, volte ad attivare la comunicazione con l’ambiente esterno.

Gli operatori che  effettueranno tale servizio sono i seguenti:

  • Autisti, in numero proporzionale al numero degli assistiti e al totale ore dei suddetti piani di intervento individualizzati;
  • Assistente accompagnatore, uno per ogni mezzo che effettuerà il servizio.

Il servizio di trasporto viene effettuato dal domicilio dell’utente al centro riabilitativo e rieducativo e ritorno (A.I.A.S.), oppure dal proprio domicilio a scuola e ritorno, tutti i giorni tranne i festivi.

In occasioni particolari il servizio viene svolto per accompagnare gli utenti per gite o escursioni.